DOWNLOAD: Vajont, l’onda lunga, di Lucia Vastano (EPUB)

9788898475810_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/OP3Rb6p-3TFii8

Dell’onda alta duecento metri che la sera del 9 ottobre 1963 si abbatté su Longarone, Erto e Casso, Castellavazzo e altri Comuni fra Veneto e Friuli, abbiamo modo di sapere quasi tutto: che quello del Vajont fu un eccidio annunciato; che lo Stato e l’ENEL si resero colpevoli della morte di duemila persone. Lucia Vastano prende le mosse da quella notte, dove lo spettacolo di Marco Paolini e il film di Renzo Martinelli si sono fermati, e in questo libro racconta cosa ne è stato delle tante persone che l’onda non uccise, ma sconvolse per sempre, decimandone le famiglie, distruggendone le ragioni di vita, le tradizioni, i pochi beni; racconta della loro rabbia e del loro dolore, della speranza di giustizia continuamente delusa; racconta le indecenti trame che grandi potentati industriali come piccole cricche di malaffare hanno ordito alle loro spalle, gestendo i colossali finanziamenti per la ricostruzione; racconta le complicità della politica locale e nazionale; racconta le truffe ai danni della povera gente, indotta con minacce o l’inganno a firmare tregue con l’ENEL in cambio di pochi spiccioli; racconta degli attentati continui alla sensibilità dei sopravvissuti e alla corretta memoria storica della tragedia. Una tragedia che non è mai finita, una tragedia che è l’emblema di tutte le tragedie ecologiche e industriali, causate dall’avidità e dalla cecità dell’uomo.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/OP3Rb6p-3TFii8

 

Annunci

DOWNLOAD: Roma combattente. Dal «biennio rosso» agli Arditi del Popolo,di Valerio Gentili (PDF)

download

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/EUFeCnQ_3TF3Yi

Nel 1915, la Prima Guerra Mondiale devastò l’Europa ma non servì a risolvere le contraddizioni che avevano spinto i diversi eserciti nazionali a schierarsi l’uno contro l’altro. Per una moltitudine di soldati italiani, inquadrati nei reparti di fanteria e destinati a sopportare in trincea la parte più dura e sanguinosa della battaglia, abbracciare la causa del conflitto aveva significato lottare affinché, insieme alle dinastie imperialiste, venisse sconfitto un ordine sociale ritenuto ingiusto. All’indomani della firma dei trattati di pace, quando fu chiaro che la guerra non si sarebbe mai trasformata in rivoluzione, gli uomini che avevano animato il fenomeno del combattentismo progressista insorsero e, da Roma, diedero origine alle organizzazioni a cui occorre fare riferimento per comprendere come, in Italia, ebbe origine, insieme alla resistenza al fascismo, anche il fenomeno della lotta armata: una storia scomoda che, con passione e rigore, Valerio Gentili sceglie finalmente di raccontare.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/EUFeCnQ_3TF3Yi

 

DOWNLOAD: Covo di banditi. La resistenza di Cumiana tra cronaca e storia, di Marco Comello (PDF)

21adYt9tS2L._AC_US218_

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/NRUUlIWP3T6K5K

Cumiana, 3 aprile 1944: 51 civili, compresi tra i 14 e i 73 anni, vengono assassinati per rappresaglia dalle truppe nazifasciste nell’aia della cascina Riva di Gaia: un evento traumatico per una piccola comunità travolta dalla guerra, una ferita che resta aperta negli anni, che apre interrogativi morali prima ancora che storici, che nelle coscienze dei cumianesi oscilla tra l’istinto della rimozione e la voglia di comprendere sino in fondo.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/NRUUlIWP3T6K5K

DOWNLOAD: Sulla guerra civile. La Resistenza a due voci Norberto Bobbio,Claudio Pavone (PDF)

9788833926117_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/YujdJj0Q3T6HpY

Guerra patriottica di liberazione dall’esercito tedesco invasore; guerra civile contro la dittatura fascista; guerra di classe per l’emancipazione sociale. Nella Resistenza furono combattute tre guerre insieme. E “Le tre guerre” era il titolo che all’inizio Claudio Pavone aveva concepito per la sua opera uscita nel 1991 presso Bollati Boringhieri. Poi è prevalsa coraggiosamente la decisione di intitolarla “Una guerra civile. Saggio sulla moralità nella Resistenza”, e quella scelta si è rivelata dirompente per la storiografia contemporanea. Adottare la categoria interpretativa di guerra civile ha comportato innanzi tutto la rottura del senso comune resistenziale cresciuto sulla agiografia dei vincitori, ma ha significato anche togliere terreno all’uso strumentale che della lotta fratricida perdurava nella pubblicistica neofascista degli sconfitti, e disattivare l’alibi attendista di chi allora si era tenuto al riparo dagli eventi, cercando legittimazioni postume della propria ignavia. Si è trattato, per Pavone, di un’adozione problematica e dibattuta, maturata in oltre trent’anni, durante i quali il suo grande interlocutore è stato Norberto Bobbio. In entrambi, la riflessione sulla Resistenza ha preso corpo e si è affinata attraverso le sollecitazioni del loro dialogo ininterrotto intorno alla guerra civile, che ha visto impegnati l’uno a scomporre da storico l’evento fondante dell’Italia repubblicana, l’altro a illuminare da filosofo gli orizzonti concettuali…

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/YujdJj0Q3T6HpY

DOWNLOAD: Il libretto rosso della resistenza, a cura di Cristiano Armati. Introduzione di Pietro Secchia (EPUB)

9788867180004_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/jTn8bnXK3T4H3b

La teoria e la pratica della guerriglia antifascista spiegata attraverso i documenti militari dei partigiani italiani

Negli anni bui dell’occupazione nazista, la strada che condusse l’Italia all’insurrezione popolare fu animata da fortissimi ideali, ma portata avanti fino alla vittoria da rigorosi piani di tipo militare che, forgiati sul terreno della lotta, consentirono ai partigiani di tendere imboscate, interrompere le comunicazioni del nemico, sabotare i suoi mezzi, impadronirsi delle sue armi e condurre in porto azioni di rara efficacia contro le armate hitleriane e i loro alleati in camicia nera. Il libretto rosso della Resistenza raccoglie le istruzioni elaborate dal Comando del Corpo Volontari della Libertà e delle Brigate d’assalto Garibaldi e diffuse a tutti i partigiani impegnati sull’aspro terreno della guerriglia. Un contributo determinante oggi per la storia della Resistenza come lo fu, tra il 1943 e il 1945, per sconfiggere sul campo le truppe tedesche e repubblichine, rendendo all’Italia l’onore perduto nel ventennio fascista.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/jTn8bnXK3T4H3b

 

DOWNLOAD: I ventitré giorni della città di Alba,di Beppe Fenoglio (EPUB)

9788806183721_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/ggnHbrK93T49wN

«I ventitre giorni della città di Alba, rievocanti episodi partigiani o l’inquietudine dei giovani nel dopoguerra, sono racconti pieni di fatti, con una evidenza cinematografica, con una penetrazione psicologica tutta oggettiva e rivelano un temperamento di narratore crudo ma senza ostentazione, senza compiacenze di stile, asciutto ed esatto».

Italo Calvino

***

Storie partigiane trattate con piglio disincantato, antireto- rico, talora epico-burlesco; storie di Alba e delle Langhe, vicende sanguigne e beffarde, drammi di miserie antiche e di speranze impossibili: con quel suo linguaggio preciso e vero Fenoglio scrive per penetrare il «mistero» della spietatezza dei rapporti umani.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/ggnHbrK93T49wN