DOWNLOAD: VISITA A CUBA. REPORTAGES SULLA RIVOLUZIONE CUBANA E SULL’INCONTRO CON CHE GUEVARA, di Jean-Paul Sartre (PDF)

9788845702211_0_0_0_75

DOWNLOAD (PDF): https://drive.google.com/open?id=1kRV-WtRkcr1p4qVmULwdcpLQf721QbTu

Nel 1960 Sartre e Simone de Beauvoir trascorsero un lungo perìodo a Cuba, visitando l’isola e incontrando i suoi principali dirigenti. Memorabile è l’incontro con Fidel Castro e con Che Guevara nel racconto che ne ha fatto Sartre.
Questo libro è apparso solo in spagnolo a Cuba e in inglese negli Usa (nel 1960 e 1961). In forma di volume non è mai stato pubblicato nemmeno in Francia.
Contiene tutti gli appassionanti reportage su Cuba che Sartre scrisse per il giornale France-Soir В«Uragano sopra lo zuccheroВ», qui tradotto per la prima volta), oltre a un saggio su В«ideologia e rivoluzioneВ», il resoconto di un dibattito con gli scrittori cubani e alcune valutazioni di Sartre su Che Guevara.

DOWNLOAD (PDF): https://drive.google.com/open?id=1kRV-WtRkcr1p4qVmULwdcpLQf721QbTu

Annunci

DOWNLOAD: MALEDETTA FABBRICA!, Di Daniele Biacchessi,Patrick Fogli,Jean Pierre Levaray, Valerio Varesi (PDF)

9788862221283_120523430_0_221_0_75

DOWNLOAD (PDF): https://drive.google.com/open?id=1GMGx0C-fC95wdNgUVBTANXA8vsj5ib71

Cinque autori – Daniele Biacchessi, Alfredo Colitto, Patrick Fogli, Jean-Pierre Levaray e Valerio Varesi – raccontano altrettante storie intorno a un’unica realtà: di lavoro si muore tutti i giorni. Semplice la ragione: che siano tempi di economia che tira o di crisi, il profitto e la sua salvaguardia surclassano qualsiasi investimento volto a tutela della sicurezza e dell’incolumità dei lavoratori. I quali, ingabbiati dalle necessità quotidiane, non hanno altra scelta che sottostare. italiani o stranieri, qualificati o generici, esperti o appena arrivati: non fa differenza, per loro l’unico modo di tirare avanti è lavorare. E rischiare di non tornare a casa la sera.

DOWNLOAD (PDF): https://drive.google.com/open?id=1GMGx0C-fC95wdNgUVBTANXA8vsj5ib71

DOWNLOAD: L’ISOLA DEL SILENZIO, di Horacio Verbitsky (EPUB & PDF)

9788860443731_0_0_1672_75

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=1oaYgeGD1pntasonZTcC9UdEHNFUDV-R9

DOWNLOAD (PDF): https://drive.google.com/open?id=18KIwdNiUHlCVff969xoWaHyG5PP80LtY

Buenos Aires, settembre 1979. Prima dell’ispezione della Commissione interamericana per i diritti umani viene smantellato in poche ore il centro di detenzione clandestina per gli oppositori politici costituito all’interno della Scuola di Meccanica della Marina. Nella notte, tutti i detenuti sono trasferiti in un’isola dell’arcipelago del Tigre, fino ad allora utilizzata come luogo di riposo dal Cardinale di Buenos Aires. Ad accogliere i prigionieri un cartello: El Silencio. Nell’isola di El Silencio i detenuti saranno vittime di un misterioso programma di “disintossicazione e rieducazione”. Attraverso le agghiaccianti testimonianze dei sopravvissuti e dei parenti dei desaparecidos, Horacio Verbitsky – uno dei più autorevoli giornalisti argentini, impegnato a denunciare i crimini del regime militare – ricostruisce per la prima volta la storia di questo terribile campo di concentramento finora nascosto al mondo. Con una prosa avvincente, Verbitsky parte da El Silencio per svelare retroscena inediti del rapporto che ci fu negli anni della “guerra sporca” argentina tra il regime militare e le gerarchie ecclesiastiche. L’inchiesta, che ha suscitato enorme clamore in Argentina, incrocia alcune delle figure più importanti del Vaticano, dal nunzio apostolico Pio Laghi al cardinale Jorge Bergoglio, fino ad analizzare il ruolo di Papa Paolo VI. A trent’anni dall’inizio della sanguinosa dittatura argentina e dopo aver raccolto nel suo precedente libro Il volo la sconvolgente confessione di Adolfo Scilingo, che eliminò numerosi oppositori politici lanciandoli in mare dagli aerei, Verbitsky firma una nuova, coraggiosa e documentata inchiesta che getta luce sull’assordante silenzio della Chiesa rispetto ad una delle pagine più drammatiche della storia del Novecento.

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=1oaYgeGD1pntasonZTcC9UdEHNFUDV-R9

DOWNLOAD (PDF): https://drive.google.com/open?id=18KIwdNiUHlCVff969xoWaHyG5PP80LtY

DOWNLOAD: A SUD DI LAMPEDUSA: CINQUE ANNI DI VIAGGI SULLE ROTTE DEI MIGRANTI, di Stefano Liberti (EPUB)

0x300

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=1vQmaE0GAfha0dFc1Lqm6yRwt4aLm3BOZ

Stefano Liberti è uno dei pochissimi giornalisti italiani che da anni seguono gli aspetti meno conosciuti dei movimenti migratori dall’Africa verso l’Europa: tutto ciò che accade a sud di Lampedusa. Senza fidarsi dei luoghi comuni o lasciarsi abbindolare dai proclami sull’integrazione che verrà, ha scelto di esplorare con i propri occhi la “geografia del transito” tra il Sahel e il Maghreb. Ha incontrato migranti che preferiscono chiamarsi avventurieri, politici africani sudditi dei diktat europei, indiani bloccati in mezzo al deserto e piccole città sorte dal nulla: tutta fintate umanità che vive attraversando o presidiando confini.

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=1vQmaE0GAfha0dFc1Lqm6yRwt4aLm3BOZ

DOWNLOAD: Fausto e Iaio. La speranza muore a diciotto anni. Di Daniele Biacchessi (EPUB)

9788868528355_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/dLdjWom-3Ssxg5

Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci detto Iaio avevano 18 anni. Il 18 marzo 1978, due giorni dopo il rapimento di Aldo Moro, vennero uccisi a Milano, in via Mancinelli, da otto colpi di pistola sparati da un commando di tre killer professionisti rimasti a oggi ignoti. Trentasette anni dopo il duplice omicidio e a distanza di quattordici anni dalla sua prima edizione, esce la versione aggiornata di questo libro diventato ormai un punto di riferimento per la controinformazione e il giornalismo d’inchiesta nel nostro Paese. Biacchessi racconta la storia di ragazzi uccisi solo per le loro idee, in una città plumbea e violenta come la Milano di allora. E narra le indagini ufficiali e quelle parallele, fino a formulare alcune ipotesi investigative ancora attuali, dopo le ultime inchieste su Massimo Carminati e Mafia Capitale. Quello di Fausto e Iaio fu un omicidio organizzato da neofascisti e da uomini della banda della Magliana. Questa è la verità che non si potrà archiviare. E che ci dice molto su quegli intrecci fra criminalità e servizi segreti che ancora affliggono il nostro Paese.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/dLdjWom-3Ssxg5

 

DOWNLOAD: Se tutta l’Africa, di Ryszard Kapuscinski (EPUB)

9788807019173_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/p4B7ZXpH3TFiSd

In questi dieci reportage narrativi apparsi tra il 1962 e il 1966 sul settimanale “Polityka”, con l’occhio attento e la profondità di giudizio che gli sono propri Kapuscinski descrive il periodo di rottura nella storia del continente: la nascita di nuovi Stati, i capi che li hanno guidati, la crisi dei primi sistemi politici e le storie della gente comune. Storico per formazione e per passione, Kapuscinski ha osservato ogni cosa sul campo, rischiando talvolta la vita; e questo fa sì che, per quanto gli stessi eventi siano stati narrati da giornalisti di tutto il mondo, nessuno di loro abbia lasciato una testimonianza paragonabile. L’acutezza, la densità, la complessità delle analisi sono quelle che ritroviamo in “Ebano” e “La prima guerra del football”. Ma la cosa più straordinaria è che a distanza di quarant’anni questo libro continui a essere fondamentale per chiarire i problemi dell’Africa e, per varie ragioni, resti una delle più importanti testimonianze mondiali della decolonizzazione africana.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/p4B7ZXpH3TFiSd

 

DOWNLOAD: Ricchi e poveri, di Nunzia Penelope (EPUB)

3725071

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/gC2oZ1Ng3TFfEs

L’Italia immaginata come un grande condominio, dove ai piani alti e altissimi vivono ricchi e super ricchi, e poi, man mano che si scende, quello che rimane del ceto medio, per arrivare ai piani bassi dei poveri. Ma anche a quelli che, in questa metafora, vivono sul marciapiede perché nemmeno si possono permettere un posto in condominio.

 

“La metà della ricchezza nazionale, e cioè oltre 4 mila miliardi di euro, appartiene a una piccola minoranza pari al 10% della popolazione: sei milioni di persone che vivono nell’assoluto benessere. Al 90% dei cittadini, 54 milioni di persone, resta da dividersi l’altra metà. Sembra quasi un gioco di parole, ma spiega la ragione fondamentale per cui l’Italia è quel paradosso che è: un paese ricco, abitato da poveri.” 

 

L’inchiesta di Nunzia Penelope è una radiografia del paese suffragata da cifre, analisi e episodi di vita reale: un paese che sempre più, per colpa della crisi mondiale ma soprattutto dei rimedi posti in atto dalla politica, si sta dividendo in ricchi da una parte e poveri, sempre più poveri dall’altra. Un paese con una ricchezza privata da 8640 miliardi di euro, che è privata appunto, ma con un debito pubblico, in crescita (come corruzione e evasione) e pari a 1972 miliardi.