DOWNLOAD: MALEDETTA FABBRICA!, Di Daniele Biacchessi,Patrick Fogli,Jean Pierre Levaray, Valerio Varesi (PDF)

9788862221283_120523430_0_221_0_75

DOWNLOAD (PDF): https://drive.google.com/open?id=1GMGx0C-fC95wdNgUVBTANXA8vsj5ib71

Cinque autori – Daniele Biacchessi, Alfredo Colitto, Patrick Fogli, Jean-Pierre Levaray e Valerio Varesi – raccontano altrettante storie intorno a un’unica realtà: di lavoro si muore tutti i giorni. Semplice la ragione: che siano tempi di economia che tira o di crisi, il profitto e la sua salvaguardia surclassano qualsiasi investimento volto a tutela della sicurezza e dell’incolumità dei lavoratori. I quali, ingabbiati dalle necessità quotidiane, non hanno altra scelta che sottostare. italiani o stranieri, qualificati o generici, esperti o appena arrivati: non fa differenza, per loro l’unico modo di tirare avanti è lavorare. E rischiare di non tornare a casa la sera.

DOWNLOAD (PDF): https://drive.google.com/open?id=1GMGx0C-fC95wdNgUVBTANXA8vsj5ib71

Annunci

DOWNLOAD: L’ISOLA DEL SILENZIO, di Horacio Verbitsky (EPUB & PDF)

9788860443731_0_0_1672_75

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=1oaYgeGD1pntasonZTcC9UdEHNFUDV-R9

DOWNLOAD (PDF): https://drive.google.com/open?id=18KIwdNiUHlCVff969xoWaHyG5PP80LtY

Buenos Aires, settembre 1979. Prima dell’ispezione della Commissione interamericana per i diritti umani viene smantellato in poche ore il centro di detenzione clandestina per gli oppositori politici costituito all’interno della Scuola di Meccanica della Marina. Nella notte, tutti i detenuti sono trasferiti in un’isola dell’arcipelago del Tigre, fino ad allora utilizzata come luogo di riposo dal Cardinale di Buenos Aires. Ad accogliere i prigionieri un cartello: El Silencio. Nell’isola di El Silencio i detenuti saranno vittime di un misterioso programma di “disintossicazione e rieducazione”. Attraverso le agghiaccianti testimonianze dei sopravvissuti e dei parenti dei desaparecidos, Horacio Verbitsky – uno dei più autorevoli giornalisti argentini, impegnato a denunciare i crimini del regime militare – ricostruisce per la prima volta la storia di questo terribile campo di concentramento finora nascosto al mondo. Con una prosa avvincente, Verbitsky parte da El Silencio per svelare retroscena inediti del rapporto che ci fu negli anni della “guerra sporca” argentina tra il regime militare e le gerarchie ecclesiastiche. L’inchiesta, che ha suscitato enorme clamore in Argentina, incrocia alcune delle figure più importanti del Vaticano, dal nunzio apostolico Pio Laghi al cardinale Jorge Bergoglio, fino ad analizzare il ruolo di Papa Paolo VI. A trent’anni dall’inizio della sanguinosa dittatura argentina e dopo aver raccolto nel suo precedente libro Il volo la sconvolgente confessione di Adolfo Scilingo, che eliminò numerosi oppositori politici lanciandoli in mare dagli aerei, Verbitsky firma una nuova, coraggiosa e documentata inchiesta che getta luce sull’assordante silenzio della Chiesa rispetto ad una delle pagine più drammatiche della storia del Novecento.

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=1oaYgeGD1pntasonZTcC9UdEHNFUDV-R9

DOWNLOAD (PDF): https://drive.google.com/open?id=18KIwdNiUHlCVff969xoWaHyG5PP80LtY

DOWNLOAD: MORTE A ROMA.IL MASSACRO DELLE FOSSE ARDEATINE, di Robert Katz (EPUB)

41WJvm8O9PL._BO1,204,203,200_

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=1ZFKFeO7M1CV6QmVo7y63EEbp-hxHhj-X

Roma, 24 marzo 1944. Alle Fosse Ardeatine trecentotrentacinque italiani vengono fucilati dai nazisti come rappresaglia per un attacco partigiano contro una colonna militare tedesca in via Rasella. Questo libro è il racconto documentatissimo di quei tragici giorni, una riflessione sulle responsabilità delle alte gerarchie fasciste e del Vaticano, che non intervennero per evitare la strage. Pagine indimenticabili, scandite da un ritmo incalzante, in cui si muovono personaggi come Herbert Kappler, il tenente colonnello della Gestapo principale artefice della strage, il feldmaresciallo Kesselring, capo di stato maggiore tedesco in Italia, e i grandi partigiani come Rosario Bentivegna e Carla Capponi.

Robert Katz è uno studioso e giornalista americano che si è interessato a fondo del periodo dell’occupazione nazista a Roma durante la Seconda Guerra Mondiale e del ruolo della Resistenza durante tale periodo. Ha scritto diversi libri legati a questi temi, tra cui “Dossier Priebke” e “Roma Città Aperta: Settembre 1943 – Giugno 1944”, quest’ultimo che ricostruisce la storia dell’occupazione nazista nella città e il ruolo degli attori in campo.

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=1ZFKFeO7M1CV6QmVo7y63EEbp-hxHhj-X

DOWNLOAD: POLIZIA POSTMODERNA. ETNOGRAFIA DEL NUOVO CONTROLLO SOCIALE, di Salvatore Palidda (PDF)

9788807460265_0_0_0_75

DOWNLOAD (PDF): https://drive.google.com/open?id=1Tz4eYZVgoiYR2ftger54PFnh0aWFRL2r

l libro di Salvatore Palidda, Polizia postmoderna. Etnografia del nuovo controllo sociale, Feltrinelli, Milano 2000, colma una lacuna ormai pluridecennale per quanto riguarda gli studi sulla polizia in Italia. L’autore inserisce la parabola della polizia all’interno della storia degli stati moderni. E’ Michel Foucault, in Sorvegliare e punire, a delineare il campo e le regole di intervento, l’epistemologia e la pratica, la scienza e il ruolo sociale della polizia: dalla valutazione dell’integrità morale dei cittadini, alla protezione della proprietà privata, dall’integrità degli edifici pubblici alla regolarità del commercio, dal funzionamento delle fabbriche al controllo dei poveri, mendicanti e dei vagabondi. Sulle orme di Foucault, Palidda sottolinea come il gesto insieme teorico e sociale della polizia serva ad una società per designare un individuo come indesiderabile o straniero alla comunità in cui si trova a vivere. Si tratta di un gesto sovrano, nel quale la comunità si rispecchia e trova fondamento, traendo la ragione stessa dell’esistenza dello Stato: il monopolio degli strumenti della repressione e della prevenzione dei crimini. In epoche più recenti, terminata la lunga stagione liberale e garantista che aveva improntato la vita sociale al rispetto di alcune garanzie costituzionali, come la libertà personale o la protezione della proprietà privata, la polizia tende a svolgere un altro ruolo. Secondo Palidda, una volta entrata in crisi l’aspirazione a una protezione sociale e sanitaria universale inscritta nello sviluppo del Welfare State nazionale, i paesi ricchi e dominanti si concentrano sulla protezione dei livelli di sicurezza e di ricchezza raggiunti nel frattempo. E’ avvenuto un mutamento di paradigma che Palidda fa risalire al Fiscal Year del 1979 dell’allora segretario di Stato americano Weinberger, il quale preannunciava che la nuova concezione della sicurezza avrebbe previsto azioni di polizia dentro e fuori il territorio nazionale, interventi militari nella lotta alla droga, alla criminalità, al terrorismo, alle catastrofi naturali, insomma alle minacce di ogni tipo. La funzione della polizia veniva così ad essere proiettata su scala globale: non più solo controllo del territorio, ma protezione del modello di vita degli stati dominanti attraverso la militarizzazione delle banlieues metropolitane, i pattugliamenti e le operazioni di prevenzione dell’immigrazione clandestina a cavallo dei confini nazionali ed internazionali, l’uso delle armi e di altri dispositivi militari, sino ad arrivare alle operazioni di polizia internazionale come la “guerra umanitaria” in Kosovo nel 1999. La polizia postmoderna riempie questo vastissimo campo epistemologico, politico e giuridico. Palidda contestualizza questo passaggio epocale all’interno dei processi di deindustrializzazione dei grandi centri produttivi mondiali come Detroit, Liverpool, il Nord della Francia, come Milano o Torino, iniziati durante gli anni ’80, segnalando come il ruolo della polizia cambi di pari passo all’erosione dei margini di sicurezza sociale garantiti un tempo dal vecchio modello di convivenza.

DOWNLOAD (PDF): https://drive.google.com/open?id=1Tz4eYZVgoiYR2ftger54PFnh0aWFRL2r

 

DOWNLOAD: SCIOPERO! STORIA DELLE RIVOLTE DI MASSA NELL’ AMERICA DELL’ ULTIMO SECOLO,Jeremy Brecher (EPUB)

9788887423082_0_0_300_75

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=17sxEQj8eR0vAjJno7XDycqlKklXCSduc

La straordinaria epopea della lotta tra capitale e lavoro. La smentita del luogo comune che vuole i lavoratori americani docili, appagati e integrati al sistema, laddove la storia dell’ultimo secolo racconta di scioperi generali estesi a tutta la nazione, confische di giganteschi impianti industriali, rivolte e insurrezioni con l’uso di artiglieria, esplosivi, carri armati e aeroplani. Una storia definitivamente conclusa e da archiviare? Lo strumento di lotta dello sciopero generale, ben lungi dall’essere una reminiscenza del passato è, al contrario, una delle più significative caratteristiche dell’epoca della globalizzazione economica che stiamo vivendo.

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=17sxEQj8eR0vAjJno7XDycqlKklXCSduc

DOWNLOAD: DIARIO PARTIGIANO, di Ada Gobetti (EPUB)

GOBETTI

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=1WVYuf7TRQ2d0BDaicXTrZ20lq4VsxPUt

Fu Benedetto Croce che sollecitò Ada Gobetti a raccontare agli amici che cos’era stata nel suo svolgimento quotidiano la lotta di liberazione. Ada così rievoca la sua avventura di madre che va a combattere accanto al figlio Paolo, diciottenne, e ne divide i pericoli e i disagi. Non c’è divario tra la donna che sfida le pattuglie tedesche e la madre in perenne ansia per il figlio. Ada è animata da una passione di libertà, da un bisogno di azione, da una femminile concretezza e semplicità che si ritrovano intatte sulla pagina, in cui affiora anche la sua vena di schietto umorismo. Accanto a lei figure di comandanti, di politici, o di semplici partigiani. Introduzione di Goffredo Fofi. Nota di Italo Calvino. Postfazione di Bianca Guidetti Serra.

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=1WVYuf7TRQ2d0BDaicXTrZ20lq4VsxPUt

DOWNLOAD:LA DESTRA IN ARMI. NEOFASCISTI ITALIANI TRA RIBELLISMO ED EVERSIONE: 1977-82, di Giorgio Cingolani (EPUB)

DESTRA

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=1lZhCFE1LAGplETlzd5nIyOxs-7PnjQ2R

Il libro affronta una delle pagine più controverse e laceranti del nostro recente passato, la storia della destra estremista alla fine degli anni ’70. Parlano i fatti e i protagonisti: “Nar”, “Terza Posizione”, “Costruiamo l’azione” sono le sigle terroristiche entro le quali si muove una schiera di giovani che dal ’77 attraversa il ribellismo e il periodo dell’illegaltà di massa per approdare al terrorismo. Sono giovani nati in gran parte dopo il 1955, senza rimpianti per Mussolini o per i miti della Repubblica di Salò; propongono una cultura della violenza fine a se stessa, del ribellismo come affermazione della propria individualità.

DOWNLOAD (EPUB): https://drive.google.com/open?id=1lZhCFE1LAGplETlzd5nIyOxs-7PnjQ2R