DOWNLOAD: LA STORIA NEGATA.IL REVISIONISMO E IL SUO USO POLITICO, a cura di Angelo Del Boca (PDF)

lastorianegata

Download (Pdf): https://drive.google.com/open?id=1edhImXTqX-v2GtuJzkw6lJMbB-qbElX

Sottoporre a revisione la storia è il compito stesso degli studiosi, essendo la storiografia nient’altro che una costante riscrittura della storia. Perché, dunque, degli storici come gli autori di questo libro dovrebbero schierarsi contro il “revisionismo”? Perché sotto questo termine si è delineato, nel corso degli ultimi decenni in Italia e nel mondo, un “uso politico della storia” che ha poco a che fare con la ricerca storiografica. Un “uso politico” dalle molteplici diramazioni, ma che, soprattutto nella distorta ricostruzione della nostra storia nazionale, presenta alcune opinioni ossessivamente ripetute: l’idea che il Risorgimento sia stato una guerra di annessione e non un movimento di rinascita per l’unità nazionale; la concezione del fascismo come tentativo autoritario bonario, distinto dal totalitarismo nazista e volto all’edificazione di una patria che non sarebbe esistita prima; l’ipotesi della morte definitiva della patria sancita dall’8 Settembre e la conseguente rivalutazione dei combattenti di Salò come autentici patrioti. Tesi politiche che non hanno la benché minima serietà né il rigore dell’autentica indagine storica, ma che, raffigurando gli avversari come i difensori di una “vulgata resistenziale”, di “verità di regime”, mirano a distruggere i fondamenti stessi della nostra storia repubblicana e della nostra Costituzione. Contro questo “revisionismo” si schierano alcuni tra i migliori storici italiani.

Download (Pdf): https://drive.google.com/open?id=1edhImXTqX-v2GtuJzkw6lJMbB-qbElX

Annunci

DOWNLOAD: Memorie di un guerriero cheyenne. La lunga marcia verso l’esilio, di Gambe di Legno (EPUB)

9788866970149_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/rk2-hL6S3TRqpb

Tra i guerrieri pellerossa il più famoso è stato senza dubbio il cheyenne Gambe di Legno (Wooden Legs), così chiamato per la sua incredibile resistenza fisica. Gambe di Legno partecipò alla battaglia del Little Big Horn contro Custer e fu contattato dall’autore del libro, Thomas Marquis, allo scopo di ricostruire il ricordo di quell’evento. Ne nacque invece una sorta di racconto lunghissimo sulla vita dei cheyenne prima di venire rinchiusi nelle riserve; un racconto vivissimo e dettagliato di tutti i fatti che riempivano le giornate della tribù negli anni che vanno dal 1855 al 1877 circa. Il libro è prezioso per le descrizioni delle usanze guerriere e di tutti i giorni dei cheyenne e, più in generale, degli indiani delle grandi pianure di allora, quando quasi tutte le altre tribù erano ormai state sconfitte. Queste pagine hanno ispirato i capolavori che hanno reso omaggio agli Indiani di America e cantato la crudele scomparsa del loro mondo, tra cui “Piccolo grande uomo” di Arthur Penn con Dustin Hoffman e la stupenda canzone “Fiume Sand Creek” di Fabrizio De André.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/rk2-hL6S3TRqpb

 

DOWNLOAD: Le colpe nascoste. I crimini di guerra italiani in Africa, di Michele Strazza (EPUB)

9788898291021_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/oEka0y0e3TFdJu

“Italiani, brava gente”? Questa l’idea con cui, nel dopoguerra, l’intera società italiana si autoassolse dalle proprie colpe. Ma le cose erano andate diversamente. Le truppe italiane e le milizie fasciste operarono, soprattutto in Africa e nei Balcani, deportazioni e stragi, paurosi eccidi e indicibili atti di violenza e di razzismo. Costruirono campi di concentramento, dove rinchiusero vecchi, donne e bambini. Molti di loro vi trovarono la morte. Quei morti ancora oggi reclamano una giustizia che non è mai venuta. Perché nessuna Norimberga italiana è stata mai celebrata.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/oEka0y0e3TFdJu

 

DOWNLOAD: La donna africana ed il colonialismo italiano in Africa Orientale, di Chiara Occhionero (EPUB)

51wOODtqnjL

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/4XFQO4Gr3TEouf

“Italiani brava gente” è stato il motto romantico con il quale ho iniziato i miei “studi africani”. La lettura di un vasto materiale bibliografico mi ha via via allontanato dall’idea che il nostro colonialismo sia stato di tipo “minore” e più buono : è stato solo di più breve durata rispetto a quello degli altri stati europei e la donna africana ne è stata protagonista spesso quale vittima, raccontando con la sua pelle e la sua intera vita una pagina della nostra storia tra quelle da non dimenticare, perché tali errori non vengano più ripetuti.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/4XFQO4Gr3TEouf

 

DOWNLOAD: Congo,di David Van Reybrouck (PDF)

9788807491771_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/tYtQ1mQ_3T486r

Si parte dal gigantesco estuario del fiume Congo, come i colonizzatori, i missionari, i bianchi hanno sempre fatto. Un getto possente di detriti, terra, alberi che trasforma l’oceano in un brodo torbido per centinaia di chilometri: “Le immagini del satellite lo mostrano chiaramente: una macchia brunastra che, durante il picco della stagione dei monsoni, si estende verso ovest per ottocento chilometri. Quando ho visto per la prima volta delle fotografie aeree mi è venuta in mente una persona che si era tagliata i polsi e li teneva sotto l’acqua, ma per sempre. Così, quindi, comincia un paese: diluito in una grande quantità di acqua di oceano”. E poi, attraverso centinaia di interviste con congolesi di tutte le età e le etnie, attraverso lo studio della storia, dell’archeologia, della geografia e della climatologia, attraverso una scrittura tersa e coinvolgente, si va alla scoperta di un paese, di un popolo, di un continente. Dai primi insediamenti preistorici agli orrori della dominazione coloniale belga, dall’indipendenza alle guerre civili, attraverso giungle e città, montagne di ghiacciai perenni e pianure rigogliose, miniere di ogni minerale prezioso e una natura ricchissima e incontaminata, un libro che davvero restituisce un mondo.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/tYtQ1mQ_3T486r

DOWNLOAD: Land grabbing. Come il mercato delle terre crea il nuovo colonialismo,di Stefano Liberti (EPUB)

9788875213251_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/faGUnB4r3T26m4

Questo libro rappresenta il primo reportage al mondo sull’allarmante e dilagante fenomeno del land grabbing. Dopo la crisi finanziaria del 2007, la terra da coltivare (specie quella del Sud del mondo) è diventata un bene sempre più prezioso, oggetto di un frenetico “accaparramento” in cui sono impegnati sia i paesi, come quelli arabi, ricchi di liquidità ma privi di terre fertili, sia le multinazionali dell’agrobusiness – interessate a creare enormi piantagioni per la produzione di biocarburanti – sia una serie di società finanziarie, convinte che l’investimento in terre possa garantire guadagni sicuri. Il risultato è l’avvento di una nuova forma di colonialismo che rischia di alterare gli scenari internazionali (come dimostrano per reazione le recenti rivolte nordafricane, legate all’aumento dei prezzi delle derrate alimentari). Viaggiando fra l’Etiopia e il Brasile, l’Arabia Saudita e la Tanzania, passando per la borsa di Chicago, la FAO e le convention finanziarie, Liberti fa luce su un fenomeno poco indagato ma di scottante attualità, svelandoci come i legami fra politica internazionale e mercato globale stiano cambiando il volto del mondo in cui viviamo.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/faGUnB4r3T26m4

DOWNLOAD: I dannati della terra, di Frantz Fanon (EPUB)

9788806185473_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/TrCDm8HS3SzxFX

Nell’opera di Fanon, e in particolare in questo suo libro, si è realizzata la presa di coscienza del significato universale della rivoluzione dei popoli coloniali e dell’avvento del “terzo mondo” come protagonista della nuova storia. Anche se il libro getta le sue radici nella rivoluzione algerina, e si alimenta della sua straordinaria esperienza, esso trascende di gran lunga l’ambito di una particolare nazione, per studiare l’intero processo su un piano internazionale, che tende a dare alla storia un’universalità effettiva e a fare dell’umanità intera il suo soggetto consapevole. La prefazione è di Jean-Paul Sartre.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/TrCDm8HS3SzxFX