DOWNLOAD: Senza perdere la tenerezza. Vita e morte di Ernesto Che Guevara, DI Paco Ignacio Taibo II

9788842817819_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/uTefptDX3TRtiQ

I giovani lo ostentano sulle magliette come simbolo di lotta e utopia; per i meno giovani rappresenta l’araldo dell’antimperialismo e della rivoluzione latinoamericana. Nessuno più di Ernesto Che Guevara, nella storia del Novecento, ha saputo incarnare l’idea di giustizia sociale e le speranze di riscatto. E nessuno più di Paco Ignacio Taibo II ha saputo raccontare la sua storia. “Senza perdere la tenerezza” è la biografia del Che più letta e apprezzata. A quattordici anni dalla prima stesura, l’autore ha inserito nuovi aneddoti, testimonianze, immagini, sfumature. Ha attinto alle pubblicazioni e alle interpretazioni più recenti, ai documenti declassificati della CIA, agli scritti del Che rimasti inediti per decenni. Con il suo talento di romanziere, in equilibrio tra obiettività e partecipazione, Taibo ci racconta una vita da epopea, dalla giovinezza nomade e ribelle alle imprese nella rivoluzione castrista, dall’esperienza di governo nella Cuba assediata dagli Stati Uniti alla tragica fine sui monti della Bolivia. Oltre l’icona, Che Guevara è svelato con la sua tenacia e il suo idealismo, le idiosincrasie, le letture preferite, le passioni sportive, gli attacchi d’asma, i suoi amori e i suoi innamoramenti intellettuali: Marx, Rosa Luxemburg, Lenin, Trockij e Mao, ma anche Sarmiento, Martí, Bolívar, Sartre, Neruda, Calvino. Una storia di gesta eroiche e di piccoli gesti quotidiani.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/uTefptDX3TRtiQ

 

 

Annunci

DOWNLOAD: Se tutta l’Africa, di Ryszard Kapuscinski (EPUB)

9788807019173_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/p4B7ZXpH3TFiSd

In questi dieci reportage narrativi apparsi tra il 1962 e il 1966 sul settimanale “Polityka”, con l’occhio attento e la profondità di giudizio che gli sono propri Kapuscinski descrive il periodo di rottura nella storia del continente: la nascita di nuovi Stati, i capi che li hanno guidati, la crisi dei primi sistemi politici e le storie della gente comune. Storico per formazione e per passione, Kapuscinski ha osservato ogni cosa sul campo, rischiando talvolta la vita; e questo fa sì che, per quanto gli stessi eventi siano stati narrati da giornalisti di tutto il mondo, nessuno di loro abbia lasciato una testimonianza paragonabile. L’acutezza, la densità, la complessità delle analisi sono quelle che ritroviamo in “Ebano” e “La prima guerra del football”. Ma la cosa più straordinaria è che a distanza di quarant’anni questo libro continui a essere fondamentale per chiarire i problemi dell’Africa e, per varie ragioni, resti una delle più importanti testimonianze mondiali della decolonizzazione africana.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/p4B7ZXpH3TFiSd

 

DOWNLOAD: Il libretto rosso della resistenza, a cura di Cristiano Armati. Introduzione di Pietro Secchia (EPUB)

9788867180004_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/jTn8bnXK3T4H3b

La teoria e la pratica della guerriglia antifascista spiegata attraverso i documenti militari dei partigiani italiani

Negli anni bui dell’occupazione nazista, la strada che condusse l’Italia all’insurrezione popolare fu animata da fortissimi ideali, ma portata avanti fino alla vittoria da rigorosi piani di tipo militare che, forgiati sul terreno della lotta, consentirono ai partigiani di tendere imboscate, interrompere le comunicazioni del nemico, sabotare i suoi mezzi, impadronirsi delle sue armi e condurre in porto azioni di rara efficacia contro le armate hitleriane e i loro alleati in camicia nera. Il libretto rosso della Resistenza raccoglie le istruzioni elaborate dal Comando del Corpo Volontari della Libertà e delle Brigate d’assalto Garibaldi e diffuse a tutti i partigiani impegnati sull’aspro terreno della guerriglia. Un contributo determinante oggi per la storia della Resistenza come lo fu, tra il 1943 e il 1945, per sconfiggere sul campo le truppe tedesche e repubblichine, rendendo all’Italia l’onore perduto nel ventennio fascista.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/jTn8bnXK3T4H3b

 

DOWNLOAD: I ventitré giorni della città di Alba,di Beppe Fenoglio (EPUB)

9788806183721_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/ggnHbrK93T49wN

«I ventitre giorni della città di Alba, rievocanti episodi partigiani o l’inquietudine dei giovani nel dopoguerra, sono racconti pieni di fatti, con una evidenza cinematografica, con una penetrazione psicologica tutta oggettiva e rivelano un temperamento di narratore crudo ma senza ostentazione, senza compiacenze di stile, asciutto ed esatto».

Italo Calvino

***

Storie partigiane trattate con piglio disincantato, antireto- rico, talora epico-burlesco; storie di Alba e delle Langhe, vicende sanguigne e beffarde, drammi di miserie antiche e di speranze impossibili: con quel suo linguaggio preciso e vero Fenoglio scrive per penetrare il «mistero» della spietatezza dei rapporti umani.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/ggnHbrK93T49wN

DOWNLOAD: I dannati della terra, di Frantz Fanon (EPUB)

9788806185473_0_0_300_75

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/TrCDm8HS3SzxFX

Nell’opera di Fanon, e in particolare in questo suo libro, si è realizzata la presa di coscienza del significato universale della rivoluzione dei popoli coloniali e dell’avvento del “terzo mondo” come protagonista della nuova storia. Anche se il libro getta le sue radici nella rivoluzione algerina, e si alimenta della sua straordinaria esperienza, esso trascende di gran lunga l’ambito di una particolare nazione, per studiare l’intero processo su un piano internazionale, che tende a dare alla storia un’universalità effettiva e a fare dell’umanità intera il suo soggetto consapevole. La prefazione è di Jean-Paul Sartre.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/TrCDm8HS3SzxFX

DOWNLOAD: Lager italiani. Pulizia etnica e campi di concentramento fascisti per civili jugoslavi 1941-1943, di Alessandra Kersevan (EPUB)

9788888389943_0_0_300_75

Dopo l’aggressione nazifascista alla Jugoslavia, fra il 1941 e l’8 settembre del 1943, il regime fascista e l’esercito italiano misero in atto un sistema di campi di concentramento in cui furono internati decine di migliaia di jugoslavi: donne, uomini, vecchi, bambini, rastrellati nei villaggi bruciati con i lanciafiamme. Lo scopo di Mussolini e del generale Roatta, l’ideatore di questo sistema concentrazionario, era quello di eliminare qualsiasi appoggio della popolazione alla resistenza jugoslava e di eseguire una vera e propria pulizia etnica, sostituendo le popolazioni locali con italiani. Arbe-Rab, Gonars, Visco, Monigo, Renicci, Cairo Montenotte, Colfìorito, Fraschette di Alatri sono alcuni dei nomi dei campi in cui furono deportati sloveni, croati, serbi, montenegrini e in cui morirono di fame e malattie migliaia di internati. Una tragedia rimossa dalla memoria nazionale e raccontata in questo libro anche grazie ad una importante documentazione in gran parte inedita fatta di foto, lettere, testimonianze dei sopravvissuti.

DOWNLOAD: https://yadi.sk/i/7RpZrQI03SzepD